Viste le numerose richieste ricevute in merito, oggi ho deciso di spiegarti che cosa sono e soprattutto come ottenere Bitcoin. Cominciamo dalle basi, in modo tale da schiarirci subito le idee sull’argomento. L’autenticità e la regolarità delle transazioni viene garantita dalla crittografia a chiave pubblica: nessuno può spendere Bitcoin di cui non sia legittimamente proprietario e nessuno può spendere gli stessi Bitcoin per più di generare un bitcoin charts volta.

Bitcoin di funzionare senza passare per un ente centrale. Questo vuol dire che non c’è un’azienda che controlla il traffico o il valore delle monete digitali e, soprattutto, che non ci sono intermediari fra gli utenti. Bitcoin ma non ha poteri diretti sul funzionamento della rete o sul valore della criptovaluta. A questo punto, ti starai sicuramente chiedendo se i Bitcoin sono legali. I Bitcoin vengono considerati come vere e proprie unità di conto e pertanto sono riconosciuti senza problemi anche in Italia.

Ne consegue che eventuali introiti derivati dalla loro vendita o dal loro scambio con soldi reali vanno dichiarati al fisco come qualsiasi altra entrata. Altra domanda piuttosto ricorrente è: quanto valgono i Bitcoin? Bitcoin su tutti i principali siti di exchange. Va preso in considerazione anche il numero dei Bitcoin che, a differenza di quanto si potrebbe pensare, è limitato. Ne è previsto un ammontare massimo di 21 milioni e ogni quattro anni la quantità di monete create viene dimezzata. Procedendo con il ritmo attuale, entro il 2030 saranno stati generati almeno 20 milioni di Bitcoin e ciò porterà a un aumento del loro valore reale. Chiarito per sommi capi cosa sono i Bitcoin, vediamo ora come muovere i primi passi con questa moneta digitale.

Insieme al portamonete, viene creato anche un indirizzo presso il quale ricevere i Bitcoin. Compreso come creare il portafogli digitale per custodire i Bitcoin, andiamo a vedere come fare per poterlo riempire. Teoricamente, è possibile ottenere Bitcoin facendo eseguire dei calcoli matematici al processore del computer oppure alla sua GPU, ossia al processore della scheda grafica. La creazione delle monete digitali richiede un’elevata potenza di calcolo e di conseguenza un elevato dispendio energetico. Ciò rende il mining infruttuoso anche per chi dispone di una scheda video all’avanguardia, ed è qui che entrano in gioco servizi e applicazioni come quelli che sto per segnalarti. Mining Pool più popolari con le caratteristiche e le commissioni previste da ognuno di essi. Dopo aver scaricato BFGMiner sul tuo computer, avvialo, immetti i dati del sistema di pooling al quale ti sei iscritto e attendi che il software cominci a sfruttare la GPU per generare i Bitcoin.

Esistono anche siti che permettono di ottenere Bitcoin direttamente online, senza scaricare e installare client sul computer. Java per utilizzare la potenza di calcolo della CPU e generare monete digitali. Il suo funzionamento è semplicissimo. Ti ricordo però che il mining via CPU è poco fruttuoso.