Today’s Stock Market News and Analysis – Nasdaq. Get the latest news and analysis in the stock market today, slashdot bitcoin stock national and world stock market news, business news, financial news and more. Today’s Stock Market News and Analysis from Nasdaq.

Join the NASDAQ Community today and get free, instant access to portfolios, stock ratings, real-time alerts, and more! Getting in on the ground floor of something big can be exciting. One underserved market is the commercial and multi-unit residential market. Japan finmin: Don’t see problem with dollar around 110. China central govt-owned enterprises’ 2017 profit rises 15. The Best Lithium Stocks of 2017: How Did SQM, Albemarle, and FMC Corp. Investors Think We’re Due for a Downturn.

Wait, the Coca-Cola Comeback Is Finally Here? What Type of Reaction to Tax Cuts Should Investors Cheer? Could Oil’s New Highs be a Bad Sign for Stocks? Enter up to 25 symbols separated by commas or spaces in the text box below. These symbols will be available during your session for use on applicable pages. Please note that once you make your selection, it will apply to all future visits to NASDAQ.

If, at any time, you are interested in reverting to our default settings, please select Default Setting above. You have selected to change your default setting for the Quote Search. Are you sure you want to change your settings? Sara Peluso, già Assegnista di Ricerca di Politica Economica nell’Università di Modena e Reggio Emilia, Rivista di Diritto Bancario, 2016. In pochi campi come in quello degli studi sulla moneta si sono visti in tempi recenti una così brusca accelerazione ed un mutamento così subitaneo delle posizioni della dottrina e della giurisprudenza.

Devi essere registrato per poter condividere il contenuto sulla Comunity di Diritto Bancario. Una giovane generazione di studiosi ha messo in crisi questa teoria, basandosi sulla considerazione che la progressiva sostituzione della moneta dematerializzata alla moneta materiale rendesse di fatto inaccettabile l’idea che solo quest’ultima potesse essere considerata mezzo di adempimento proprio ed esclusivo delle obbligazioni pecuniarie. Al contrario, il diffondersi di queste forme di circolazione comportava semmai l’esigenza di definirne la portata e regolarne gli effetti, come nel caso delle Direttive PSD, inserite nel contesto dell’armonizzazione dei servizi di pagamento nell’area europea. Se è vero che l’emittente, negli ordinamenti moderni, coincide con la banca centrale, alla quale l’autorità sovrana in un determinato contesto attribuisce il compito dell’emissione di moneta, nulla vieta, in astratto, che una determinata comunità, territoriale o non territoriale, concordi al proprio interno dei mezzi alternativi di adempimento dell’obbligazione pecuniaria. Tuttavia, l’idea che il mercato monetario sia un mercato concorrenziale, piuttosto che monopolistico, ha da sempre affascinato gli economisti. In effetti, il ruolo primario dello Stato nella gestione della moneta attraverso la propria banca centrale è dovuto più ad esigenze di controllo della politica monetaria che ad una astratta impossibilità di stabilire la presenza contemporanea di più valute concorrenziali. Si tenga inoltre presente, a completare quest’analisi, la possibilità per uno Stato di rinunciare alla propria sovranità monetaria piena per adottare quale unità di conto e mezzo di pagamento una moneta emessa da un altro Stato.

Nel mondo sono numerosi i casi di questo tipo di comportamento, che in Europa, escludendo i micro Stati, riguarda ad esempio il Montenegro. Il quadro che si pone di fronte all’interprete è dunque quello di estrema fluidità. Se al momento il monopolio centrale in tema di emissione di moneta sembra ancora relativamente solido, più di un segnale testimonia un crisi che alcuni vedono oramai irreversibile. Stato e, per esso, dalla banca centrale. Se infatti le precedenti teorie che attribuivano alla moneta bancaria il ruolo di prestazione in luogo di adempimento sono oramai venute definitivamente meno e dunque la moneta bancaria non è altro che una forma trasmissiva di moneta del tutto analoga ed equivalente alla moneta statale, non ha più senso parlare del monopolio pubblico della moneta come di un paradigma assoluto. 11, che ha recepito la Dir. La conseguenza del progressivo slittamento verso uno stato di concorrenzialità nella produzione e circolazione di moneta si accompagna di pari passo con la sua progressiva dematerializzazione.

Internet, in genere anch’esse di importo medio-basso. Non vi è dubbio, tuttavia, che il continuo progresso tecnologico contribuirà, in un futuro prossimo, a favorire la definitiva trasformazione dei mezzi di circolazione monetaria, sempre più privi di substrato materiale e sempre più centrati sull’elettronica. L’idea della moneta privata è stata sinora legata essenzialmente alla presenza del sistema bancario, che come sopra si riferiva svolge un ruolo concorrenziale rispetto allo Stato nella gestione della politica monetaria. Tuttavia, la concorrenza è in questo caso tutt’altro che perfetta: la banca centrale, ossia il soggetto che vigila sul sistema bancario in gran parte dei Paesi ad economia capitalistica ha in realtà natura di soggetto di diritto pubblico, sia pure con diverse sfumature nei vari Paesi. Ne consegue che, in realtà, allo stato attuale gli Stati sono in grado di determinare o quantomeno di indirizzare la politica monetaria, pur dovendo interagire con soggetti privati quali le banche.